SPRING MEETING

Spring Meeting, 26 – 30 aprile 2017, Travesio (Pordenone)

 

Dal 26 al 30 aprile si disputerà lo “Spring meeting”, evento che abbina sport e promozione turistica di Giulia Sacchi (MESSAGGERO VENETO)

TRAVESIO. Deltaplani da tutto il mondo invaderanno i cieli in primis di Travesio e Meduno dal 26 al 30 aprile in occasione dello “Spring meeting”, uno degli appuntamenti più importanti d’Europa per il volo libero. Una competizione internazionale di deltaplano che vede protagonisti i migliori sportivi e in regia la Flyve di Travesio e l’Aero club lega piloti, con la collaborazione di Volo libero Carnia e Volo libero Friuli e il sostegno di Regione e Promoturismo Fvg.

Non soltanto sport, ma anche un’occasione di promozione turistica del territorio non da poco. Gli iscritti al momento sono 75 (è possibile registrarsi sino a fine mese) di 17 nazioni. Un gruppo di 13 piloti arriva dalla Svizzera, che ha scelto lo “Spring meeting” come una delle gare di lega in cui selezionare la propria squadra. Spazio poi a deltaplanisti da Russia, Ucraina, Inghilterra, Usa, Svezia e Ungheria.

Ci sono pure il campione del mondo in carica e l’ex, entrambi italiani: il primo è Christian Ciech, 46 anni, il secondo Alex Ploner, 40. La sfida si tinge anche di rosa: in lizza, per ora, quattro donne da Russia, Francia, Ucraina e Inghilterra. Nessuna italiana: non è detto, però, che entro il termine del 31 marzo qualche sportiva non si faccia avanti.

Ma come si svolgerà la competizione? «Esiste una linea immaginaria aerea che i piloti devono oltrepassare a un orario prestabilito e diverse boe da aggirare (cilindri virtuali con 400 metri di raggio) sino a una linea di arrivo (goal) – spiegano i componenti di Flyve –. Vince il deltaplanista che riesce a compiere il percorso nel minore tempo possibile.

La regolarità dell’itinerario è garantita dalla traccia del Gps che ogni concorrente usa per orientarsi rispetto ai punti di giro. Ogni percorso può variare da 60 a 300 chilometri. Saranno sommati i punteggi realizzati dai piloti nei giorni di gara». Gli sportivi si lanceranno dal monte Valinis di Meduno: il punto di decollo potrebbe essere spostato, per ragioni meteo, ad Aviano o al Passo Pura oppure in Slovenia.

L’atterraggio avverrà nell’area sportiva di Travesio. Se si dovessero registrare problematiche meteorologiche che impediranno il volo, è previsto un altro giorno di gara il primo maggio.

La cerimonia inaugurale è fissata per le 20 del 25 aprile a palazzo Colossis di Meduno. La gara potrà essere seguita in diretta dallo spazio di atterraggio, in cui sarà installato un maxi-schermo. Non mancheranno gli eventi collaterali per attirare e intrattenere anche persone che non sono interessate soltanto agli aspetti sportivi.

«Nell’area di atterraggio saranno installati chioschi enogastronomici e stand artigianali – hanno spiegato gli organizzatori –. Ci saranno intrattenimenti per i bambini e percorsi ludico-didattici per le scuole».

L’obiettivo è sfruttare al meglio l’occasione fornita dalla competizione per fare conoscere prima di tutto la zona della Pedemontana, ma anche le località limitrofe. Informazioni sull’evento possono essere reperite consultando il sito